Country Zeb

Jack ‘bebop’ Kerouac

In pieno spirito on-the-road, i libri di Kerouac li ho letti prendendoli in prestito dalle biblioteche pubbliche delle città nelle quali mi trovavo, oppure li pescavo da uno scaffale in casa di amici e poi li divoravo sdraiato sul loro divano.

E così oggi nella mia libreria i suoi libri non ci sono. Per fortuna però Kerouac si può anche ascoltare. Qui sotto riporto la mia traduzione (per Vicolo Cannery) di un brano di Douglas Brinkley nel quale viene descritta la nascita del bebop, come il metodo di improvvisazione jazz ha influito sulla sensibilità di Kerouac, l’utilizzo del metodo jazzistico nella sua prosa, e i primi esperimenti registrando la propria voce.

Jack ‘bebop’ Kerouac

Il bebop, uno degli sviluppi più duraturi nell’evoluzione del jazz, è nato al Minton’s Playhouse  (210 West 118th Street nell’Upper Manhattan), un piccolo club gestito dall’ex capo orchestra Teddy Hill. Nel 1941, Hill ha chiamato un duo composto dal pianista/compositore Thelonious Monk e dal batterista Kenny Clarke, e ciò che i due hanno creato con le loro improvvisazioni freeformavrebbe trasformato la cultura musicale americana. Le jam sessions al Minton’s Playhouse avvenivano in modo spontaneo e informale, dando la possibilità ai musicisti di sperimentare nuove idee come il flatted fifth (la quinta diminuita che, in realtà era già stata sperimentata dal compositore russo Igor Stravinski nel 1910).  Uno tra i clienti più entusiasti, quello che pestava sui bonghi e si lanciava in improvvisazioni vocali (scat singing), era Jack Kerouac.  È al Minton’s che Kerouac ha iniziato a sviluppare il suo “orecchio bop” ascoltando le improvvisazioni di Dizzy Gillespie alla tromba e di Charlie “Bird” Parker al sax e appuntandosi i propri riff sull’immancabile quadernetto, come ad imitare i suoi eroi delle notti bop.

Colui che per primo ha introdotto Kerouac al fenomeno dell’ avan-garde bebop è stato Seymour Wyse, ex compagno di scuola ai tempi della Horace Mann nel 1939-1940. Wyse, nel 1949, presentò a Kerouc il pioniere delle registrazioni jazz: l’ingegnere e produttore Jerry Newman. Newman era un impresario socievole che spesso registrava le jam sessions jazz al Minton’s e in altri club come il Monroe’s Uptown House (West 134th st. ad Harlem) e il Three Deuces sulla 52esima. Kerouac considerava Newman un mago del suono, uno che sapeva tutto del jazz, passato e presente. Per ricambiare il complimento – e dimostrando la sua grande influenza sulla scena jazz Newyorkese – Newman convinse Dizzy Gillespie a intitolare uno dei suoi arrangiamenti “Kerouac”.

“Quando ho ascoltato Bird e Diz per la prima volta al Three Deuces, sapevo che erano musicisti seri che stavano suonando qualcosa di nuovo, di bizzarro, e che non gliene importava niente di quello che pensavo”, disse Kerouac nel 1959. “Infatti, una sera ero appoggiato al bancone del bar con una birra quando Dizzy è arrivato per chiedere un bicchiere di acqua al barista, si è messo esattamente davanti a me e ha allungato entrambe le braccia ai lati della mia testa per prendere il bicchiere. Poi se ne è andato ballando, come se sapesse che un giorno avrei cantato sulla sua musica, o che uno dei suoi arrangiamenti, per qualche buffo motivo, sarebbe stato intitolato col mio nome”. Certo è che a quel tempo erano pochi gli studenti bianchi che si univano a Kerouac per passare le sere ad Harlem dondolandosi col bop, e quindi è normale che il trombettista notò quel giovane fan (di Lowell, Mass.). “How’s my man, JK?” chiedeva spesso Gillespie, anni dopo, al collega David Amram. ” Come sta il francese?”

[…Continua a leggere su Vicolo Cannery]

Annunci

2 commenti su “Jack ‘bebop’ Kerouac

  1. Paolo Zardi
    12/03/2012

    Grande pezzo (e bravo traduttore!).

  2. countryzeb
    13/03/2012

    Grazie Paolo, sono contento che ti sia piaciuto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12/03/2012 da in Senza categoria con tag , , , .

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 77 follower

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: